La nostra storia

Mauro Giommetti “viene al mondo” a Bergamo il 12 febbraio 1964. La passione per il teatro gli nasce verso i 28 anni dopo aver assistito ad uno spettacolo di Giorgio Gaber. Allora decide di iscriversi alla Scuola Teatrale Erbamil di Ponteranica (Bg) e ha come maestri Fabio Comana e Barbara Covelli (www.erbamil.it). Dopo aver partecipato a diversi corsi teatrali di vario genere capisce che il tipo di teatro a lui più congeniale è quello claunesco. Per questo fonda insieme a Paolo Dal Canto la Compagnia Teatrale “Operai del Cuore” che tutt’ora rappresenta in modo parodistico commedie con tematiche importanti, lavorando in sinergia con Amnesty International (www.operaidelcuore.it) . Nel 98 coinvolgendo anche la moglie Laura affronta la sua prima regia utilizzando come attori i ragazzi ex tossico dipendenti della comunità di San Gallo (Bg), rappresentando “Io rifletto” con il testo liberamente tratto dal suo romanzo “Il dolce abbraccio della morte”  (Jet Editrice di Torino pubblicato nel 1998).

La Compagnia Teatro inStabile Altidona, nasce nel 2005 come sezione teatrale dell’Associazione Culturale Altidona Belvedere che incarica due suoi esponenti (Mauro Giommetti & Laura Crotti) di portare avanti un progetto di recitazione che riguardi ragazzi di età compresa fra i 6 e i 16 anni. La scelta di rappresentare commedie musicali non è casuale infatti questa è per definizione la forma teatrale più completa dato che comprende oltre alla recitazione, la danza ed il canto. Ecco che nel 2007 va in scena il primo saggio che sotto forma di commedia musicale comica, (come sarà sempre il tema dei due registi), “Il paese dei balocchi??!!”, che esordirà con il nome Compagnia del Mazzamurello, che è legato a racconti popolari in cui si dice che nelle mura castellane di ogni paese marchigiano vive un folletto buono ma dispettoso se viene infastidito. Non c’è nome più appropriato per quei sette bambini che per la prima volta saliranno su di un palco a recitare, ballare e cantare.

Il 29 dicembre del 2007 ricevono da parte dell’Amministrazione Comunale di Altidona l’importante riconoscimento denominato Premio Altidona, a loro conferito per essere riusciti a riportare la magica arte del teatro in una piccola comunità dove da anni era scomparsa.

Nel 2008, sempre partorita da un testo completamente creato da loro nasce “Il bambino che c’è in me” e nel frattempo i ragazzi sono già diventati una decina.

Nel 2009 Mauro e Laura decidono di provare a fare un salto di qualità nei loro spettacoli mettendosi in gioco personalmente e coinvolgendo anche le due cantanti professioniste Donatella Mignan e Angela Boerio. Nasce così “Per un paio d’ali” un vero e proprio musical dove si recita, si balla e si canta dal vivo (adulti e ragazzi) che verrà rappresentato una dozzina di volte nei vari teatri marchigiani. L’anno dopo succedono due importanti novità: assumono il nome di Compagnia TeatroinStabile e iniziano ad avvalersi per le coreografie della consulenza di Michela Mora bravissima insegnante di danza. Nasce così la nuova commedia musicale comica “A che ora è la fine del mondo ”, anche questa verrà rappresentata con successo in vari teatri del Fermano. Nello stesso anno spinti dalle tante richieste iniziano un altro corso con una dozzina di nuovi allievi, che produrrà il saggio finale “Dogs”.

Per tutto il 2011 lavorano sull’ambizioso progetto di parodiare l’Odissea di Omero e continuano con il loro corso di teatro e portano in scena il saggio finale “La ragazzina che non amava leggere”. Nel frattempo  per il loro corso hanno deciso di avvalersi del supporto di Morena Sangiorgio trasferitasi da Milano con il marito Fabio e la figlia Alessia a Montefiore nel 2006. Lo spettacolo “Per un paio d’ali” è stato il filo conduttore di questa collaborazione. Con i bambini Morena si applica attraverso esercizi e giochi di espressione corporea, vocale e ritmo.  L’obiettivo è quello di  trasmettere ai bambini  l’importanza di imparare a conoscersi, sperimentarsi ed esprimersi in armonia con sè stessi e con il gruppo.  Il corpo  diventa il nostro veicolo di comunicazione.  Vengono anche proposti  esercizi di respirazione e rilassamento utili per comprendere che è fondamentale imparare a volersi bene fin da piccoli.

Finalmente nel gennaio 2012 debutta  ad Altidona la commedia musicale comica “Il mio nome è Nessuno…con 2 esse!!!”, che in aprile, a conclusione della tournee approderà al Teatro Concordia di San Benedetto. Nello stesso anno oltre a quelli in Altidona, vengono chiamati a creare un nuovo corso teatrale a San Benedetto del Tronto, in collaborazione con l’Associazione In-divenire, dando alla luce il progetto “Teatrotondo” che coinvolge circa una ventina di ragazzini dai 7 ai 12 anni e per il quale si avvalgono della collaborazione per le coreografie di ballo di Tania Ravelli dello staff di Michela Mora. Questo corso produce a maggio 2012 il saggio finale “Il magico mondo di Hamelin” liberamente ispirato alla fiaba del pifferaio magico, che viene rappresentato al Teatro Concordia di San Benedetto grazie alla collaborazione dell’Associazione Città dei Bambini che organizza da anni la festa dei bambini in vari spazi della città. Nel frattempo data la continua crescita di iscritti ai corsi in Alltidona, i due registi decidono di suddividere i loro ragazzi per età. Laura segue quelli dai 7 ai 10 anni, lavorando su uno spettacolo ispirato alla favola di Pinocchio, mentre Mauro segue ragazzi dagli 11 ai 14 anni e lavora su un testo ispirato da Amleto e Otello di Shakespeare. Nascerà così il saggio rappresentato nel Giugno 2012 al Teatro Comunale di Altidona dal nome “L’Amletellocchio”. Da questa rappresentazione inizia la collaborazione con L’Associazione  Il Gatto e la Volpe delle sorelle Marmorè che si occupano del trucco di ogni singolo piccolo attore. Sempre nel 2012 Mauro e Laura scrivono il testo che verrà recitato nel saggio finale della Scuola Art&Sudio Danza di Michela Mora “Al di là dei sogni”  che verrà rappresentato al Teatro delle Api di Porto S.Elpidio il 28 giugno e che vedrà come voci recitanti tre delle loro piccole allieve.

Il 5 Gennaio 2013 in occasione dell’epifania la Compagnia mette in scena al Teatro Comunale di Altidona la commedia musicale dal nome “Hanno esodato…la befana!!!” che è recitata e ballata dai soli ragazzi del corso di recitazione. Inoltre c’è la presenza di Samuele Di Nicolò, l’Ulisse della scorsa commedia, che canta dal vivo.

Instancabili trovano il tempo anche di realizzare un antico sogno di Mauro e come teatroCanzone debuttano il 25 marzo al Teatro dell’Iride di Petritoli con uno spettacolo di musica dal vivo e teatro ispirato da Giorgio Gaber intitolato “Una illogica allegria” in questo Mauro e Laura recitano testi gaberiani, Angela Boerio e Irene Massetti cantano le sue canzoni accompagnate da una band di professionisti. Lo ripeteranno in estate per ben due volte nel teatro e in piazza ad Altidona e in autunno al teatro Concordia di San Benedetto, sempre riscuotendo un notevole successo!

….e la loro storia continua con tanti nuovi progetti…..

Annunci